Sorrento Apartments And Rooms | BeB Massico Bed And Breakfast

Articoli Notizie Eventi Itinerari e Tour

Sandali fatti a mano direttamente a casa

Sandali fatti interamente a mano

Sandali

Da quest’estate è possibile acquistare sandali fatti a mano direttamente nella nostra struttura.

Colori e Modelli potranno essere totalmente personalizzati da voi stessi.

PROVARE PER CREDERE!!!

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInEmail
IMG_7295

Francesco Cinque (cinquephoto.com)

Rosa Toro Scatenato

Passa a trovarci Francesco Cinque (cinquephoto.com),
lasciandoci una magnifica recenzione sul proprio sito web e blog di viaggio,
http://www.cinquephoto.com/progetti-fotografici/ducati-trip-italy/tappa-05-itri-sorrento/
ed alcuni meravigliosi scatti fotografici della nostra struttura!

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInEmail
DSC03926_1

The Dalí Universe Sorrento

14 Giugno – 29 Settembre 2013
Villa Fiorentino – Sorrento Fondazione
Corso Italia, 53 – 80067 Sorrento (NA) | Guarda Google Maps
www.fondazionesorrento.com

L’immensa produzione artistica di Salvador Dalí non invecchia mai. I dipinti e soprattutto le sculture sono contemporanee e classiche al tempo stesso.
Con il passare del tempo non perdono nulla della loro originaria e originale qualità mistica. Il risultato è che sopravvivono senza perdere il loro fascino.
Un’opportunità eccezionale per scoprire diversi aspetti della produzione artistica del grande Maestro, come le sculture in bronzo, le illustrazioni sui grandi temi della letteratura, oggetti in vetro ed oro, e mobili surrealisti. Dalí scultore, Dalí illustratore e Dalí designer; genio versatile che sperimentò diversi materiali e tecniche.
Villa Fiorentino apre le porte ad una mostra unica nel suo genere, curata dal Presidente della Stratton Foundation Beniamino Levi, uno dei personaggi che ha conosciuto più da vicino l’opera di Dalí, ed è un’occasione che permette al pubblico di avvicinarsi agli aspetti meno noti del lavoro del grande artista catalano.

Orari di apertura

Lunedì – Venerdì
10.00 – 13.00 e 17.00 – 21.00
Sabato, Domenica e Festivi
10.00 – 13.00 e 17.00 – 22.00

Costo biglietto

Biglietto intero
€ 5,00
Ridotto
€ 3,00 (per gruppi superiori a  20 pax)

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInEmail
amalfi

Amalfi

Amalfi sorge lungo la valle del fiume Canneto (o Chiarito come anticamente veniva denominato) stretta tra il Monte Aureo a Est ed il Monte Tabor ad Ovest; Il centro cittadino ha la forma di un ventaglio rovesciato che misura circa 1,5 km nella parte più ampia, sulla spiaggia, e qualche centinaio di metri nel tratto opposto della Valle dei Mulini (circa 2 km verso l’interno). La suddetta Valle è la propaggine urbana della più ampia Valle delle Ferriere, l’antica “zona industriale” di Amalfi, ove sorgevano le cartiere e l’antica Ferriera da cui il nome all’intero comprensorio. La Valle per le sue peculiarità faunistiche ed ambientali è oggi riserva naturalistica orientata, e sarà meta di una piacevole passeggiata. Fuori del centro cittadino, in direzione Ovest, e parallela alla Strada Statale 163, si snoda l’antica Via Maestra dei Villaggi. Immersa nel verde dei terrazzamenti di limoni ed ulivi per tutta la lunghezza, circa 4 km, è l’antica strada pedonale che collegava al centro le 5 le frazioni amalfitane. Sul lato mare invece, sempre verso Ovest, snoda l’incantevole costiera ricca di suggestivi anfratti, di spiaggette ed in ultimo della meravigliosa Grotta dello Smeraldo. Procedendo verso Est invece, a poche centinaia di metri è Atrani, raggiungibile sia percorrendo la SS 163 che la panoramicissima pedonale via S. Maria delle Signore: quella che andremo a percorrere. Data l’ampiezza del territorio quindi, per rendere agevole, ma ad un tempo completa, la visita del paese e degli immediati dintorni, veniamo a proporvi dei percorsi ideali, delle piacevoli passeggiate, contrassegnate da diversi colori che, man mano che percorrono il territorio, ne vanno ad abbracciare gli aspetti monumentali, paesaggistici e storico-culturali…

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInEmail
Capri

Capri

Nel golfo di Napoli proprio di fronte alla penisola Sorrentina ecco l’isola di Capri, celebrata per la sua bellezza sin dai tempi dell’Impero Romano, considerata da tutti lussureggiante, straordinaria e dal clima mite. La Piazzetta è il centro dell’isola di Capri sia per i turisti che per gli abitanti del posto. Chiunque arriva a Capri deve passare tra gli stretti spazi lasciati liberi dai tavolini dei bar… Appena scesi dal traghetto o dall’aliscafo, si arriva a Marina Grande. l’unico porto dell’isola. A 15 minuti dalla Piazzetta sul versante sud dell’isola di Capri c’è la baia di Marina Piccola con i Faraglioni. I Faraglioni sono tre picchi scampati al franamento della costa, all’erosione del mare e degli agenti atmosferici. Via Krupp fu progettata e realizzata dall’ingegner Emilio Mayer tagliando la roccia viva fino al mare, con un percorso a tornanti così stretti da sembrare sovrapposti. Tragara, Pizzolungo e Arco Naturale Via Tragara termina con un suggestivo belvedere a terrazza sui Faraglioni, si riesce a scorgere parte della Costiera Amalfitana e la baia di Marina Piccola. Monte Solaro, Cetrella e Castello di Barbarossa. E’ la parte più alta di Capri con i suoi 589 metri sul livello del mare, qui il panorama è a 360 gradi su tutta l’isola di Capri. La Migliera Il tragitto della Migliera, o Migliara, si snoda alla scoperta di coltivazioni tipiche, soprattutto vigneti, tra lembi superstiti degli antichi boschi e squarci aperti verso il mare di Ischia. La Punta Carena si trova all’estremità sud-occidentale dell’isola di Capri, sulla penisola del Limmo, nome che deriva dal latino limen e significa confine. Il Sentiero dei Fortini è un percorso di rara bellezza, alla scoperta dei profumi intensi e dei colori della macchia mediterranea. La Grotta Azzurra è nota in tutto il mondo per la sua vastità, e la colorazione intensamente azzurra del suo interno. Villa San Michele ad Anacapri è stata la casa del medico svedese Axel Munthe La Certosa è attualmente sede di un Liceo Classico, del Museo Diefenbach, di concerti e manifestazioni. Villa Jovis, la prima tra le 12 ville romane, domina il promontorio che va dalla punta di Grotta Bianca alla punta di Caterola Anacapri Dal magico incontro di rupi e di acque l’imperatore Tiberio fece costruire la sua residenza estiva nella Villa di Damecuta esposta ai venti di maestro e di ponente. La Casa Rossa fu del colonnello americano John Cay H. Mackowen, giunto in Italia subito dopo la guerra civile americana e stabilitosi ad Anacapri fino al 1899.

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInEmail